BENEFICIARI

I beneficiari del contributo a fondo perduto sono tutte le imprese di qualsiasi dimensione e settore di attività iscritte e attive alla Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura, in regola con i versamenti dei contributi INPS e dei premi INAIL.

PROGETTI AMMESSI A CONTRIBUTO

Gli interventi proposti devono rientrare nelle seguenti tipologie di intervento:

1. Riduzione del rischio infortunistico mediante la sostituzione di macchine obsolete;

2. Riduzione del rischio infortunistico mediante la sostituzione di macchine non obsolete;

3. Riduzione del rischio rumore mediante la sostituzione di macchine.

In caso di sostituzione di macchinari, gli stessi devono essere di proprietà dell’azienda al 31/12/2017. Inoltre, le macchine acquistate rispetto a quelle alienate devono rispettare le seguenti condizioni, a meno di situazioni particolari debitamente motivate:  analogo tipo;  allestimento equivalente in termini di accessori/utensili e/o attrezzature intercambiabili;  prestazioni (potenza, massa, dimensioni, ecc.) non superiori del 30% nel caso di macchine immesse sul mercato successivamente alla norma di recepimento della direttiva 98/37/CE;  prestazioni (potenza, massa, dimensioni, ecc.) non superiori del 50% nel caso di macchine immesse sul mercato antecedentemente alla norma di recepimento della direttiva 98/37/CE.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammesse al contributo a fondo perduto:

a) le spese direttamente necessarie e funzionali alla realizzazione del progetto;

b) le spese tecniche nel limite massimo del 10% delle spese di cui al punto a),

c) le spese per la perizia asseverata.

Non sono ammesse le seguenti spese: BENI USATI, dispositivi di protezione individuale, veicoli, hardware e software, mobili e arredi.

ENTITA’ DEL CONTRIBUTO

Il Contributo a Fondo Perduto è pari al 65% delle spese ammesse, con un massimo di 130.000 Euro; per i progetti di cui al punto 4, destinati ai settori della Fabbricazione di mobili e della Pesca, il contributo a fondo perduto massimo ammonta a 50.000 Euro. Il progetto deve essere realizzato entro 12 mesi dalla data di ricezione di ammissibilità al contributo da parte dell’INAIL, con possibilità di proroga fino a 6 mesi.

EROGAZIONE DELLE AGEVOLAZIONI

L’impresa che ottiene un contributo a fondo perduto d’importo pari o superiore ai 30.000 Euro, può richiedere un’anticipazione pari al 50% del contributo stesso su presentazione di polizza fideiussoria a garanzia. Il saldo sarà erogato a rendicontazione finale. In alternativa, l’impresa può richiedere il contributo in un’unica soluzione al completamento del progetto d’investimento.

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

Le date di apertura e chiusura della procedura informatica, in tutte le sue fasi, saranno pubblicate entro il 26 febbraio 2021.

Contattaci per una consulenza gratuita:

    Consenso alla Privacy