AGEVOLAZIONE E BENEFICIARI

La Legge di Bilancio 2020 ha trasformato l’incentivo dell’Iperammortamento in un Credito d’Imposta per investimenti in beni strumentali nuovi.
Possono beneficiarne tutte le imprese, indipendentemente dalla forma giuridica, dalla dimensione aziendale e dal settore economico in cui operano.

REQUISITI DEI BENI STRUMENTALI 

Per beneficiare del Credito d’imposta, i beni strumentali oggetto di investimento devono avere tutte le seguenti cinque caratteristiche:

  1. Controllo per mezzo di CNC (Computer Numerical Control) e/o PLC (Programmable Logic Controller);
  2. Interconnessione ai sistemi informatici di fabbrica con caricamento da remoto di istruzioni e/o part program;
  3. Integrazione automatizzata con il sistema logistico della fabbrica o con la rete di fornitura e/o con altre macchine del ciclo produttivo;
  4. Interfaccia tra uomo e macchine semplici ed intuitive;
  5. Rispondenza ai più recenti parametri di sicurezza, salute e igiene del lavoro.

Inoltre, tali beni devono essere dotati di almeno due tra le seguenti caratteristiche:

  1. Sistemi di telemanutenzione e/o telediagnosi e/o controllo in remoto;
  2. Monitoraggio continuo delle condizioni di lavoro e dei parametri di processo mediante opportuni set di sensori e adattività alle derive di processo;
  3. Caratteristiche di integrazione tra macchina fisica e/o impianto con la modellizzazione e/o la simulazione del proprio comportamento nello svolgimento del processo (sistema cyberfisico).

TEMPISTICHE

L’attuale disciplina è applicabile in un ambito temporale circoscritto al periodo d’imposta 2020, per gli investimenti effettuati a decorrere dal 01/01/2020 fino al 31/12/2020, oppure entro il 30/06/2021 a condizione che entro la data del 31/12/2020 sia soddisfatta la duplice condizione relativa all’ordine e all’acconto minimo del 20%.

INTENSITA’ DELL’ AIUTO

Il credito d’ imposta è commisurato al costo del bene, determinato ai sensi dell’art. 110,comma 1, lettera b), Tuir.

Di seguito si elencano le aliquote del credito ed i tetti per investimenti complessivi, nonché il numero di quote annuali di fruizione in compensazione, per ciascuna categoria di beni strumentali sopra identificata:

Bene strumentale nuovo: Fino a 2.5 milioni di euro- 40%

Fino a 2.5 milioni di euro fino a 10 milioni di euro- 20%

Oltre 10 milioni di euro- 0%

Bene immateriale strumentale  nuovo: Fino a 70.000 euro- 15%

MODALITA’ DI FRUIZIONE DEL BENEFICIO

La fruizione del beneficio è ammessa esclusivamente tramite compensazione in F24, ai sensi dell’art. 17 d.Lgs. 241/1997.

  • Deve avvenire in 5 quote annuali di pari importo, ridotte a 3 nel caso di beni immateriali dell’ allegato B annesso alla Legge di Bilancio;
  • decorrere dal periodo d’imposta successivo a quello di entrata in funzione o a quello di avvenuta interconnessione per beni 4.0;
  • richiede apposita comunicazione al Mise, secondo modello,contenuto,modalità e termini di invio da definirsi in un Decreto direttoriale di prossima emanazione;
  • sono vietati la cessione e il trasferimento del credito d’imposta anche all’interno del consolidato fiscale.

IDEA IMPRESA Srl vi offre la propria professionalità nello svolgimento delle attività necessarie all’ottenimento dell’agevolazione.

In particolare in riferimento:

  • all’analisi della rispondenza degli investimenti ai requisiti previsti;
  • alla possibilità di usufruire in maniera cumulativa di altre agevolazioni;
  • alla redazione dell’attestazione di conformità o alla stesura della perizia tecnica giurata, rilasciata da un nostro ingegnere iscritto all’albo professionale.

Per saperne di più:

Consenso alla Privacy