Nasce un bonus per portare il digitale nel turismo: tra le misure previste dal DL n. 152/2021 di attuazione del PNRR, Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, c’è anche un credito di imposta per le spese sostenute  fino al 2024, per investimenti e attività di sviluppo legate alla digitalizzazione.

CHI PUÒ PRESENTARE DOMANDA?

Destinatari del contributo riconosciuto sotto forma di credito d’imposta sono le agenzie di viaggi e ai tour
operator con codice ATECO:
79.1 – Attività delle agenzie di viaggio e tour operator
79.11 – Attività delle agenzie di viaggio
79.12 – Attività dei tour operator

 

QUALI INTERVENTI SONO FINANZIABILI?

impianti wi-fi;

siti web ottimizzati per il sistema mobile;

programmi e sistemi informatici per la vendita diretta di servizi e pernottamenti;

spazi e pubblicità;

servizi di consulenza per la comunicazione e il marketing digitale;

–    formazione del titolare o del personale dipendente.

 

A QUANTO AMMONTA IL CONTRIBUTO?

Il bonus è riconosciuto sotto forma di credito d’imposta nella misura del 50% dei costi sostenuti a decorrere dal 7 novembre 2021 e fino al 31 dicembre 2024, per investimenti e attività di sviluppo digitale, fino all’importo massimo complessivo cumulato di 25.000,00 euro.

Il credito d’imposta può essere sfruttato in compensazione tramite modello F24, da presentare esclusivamente tramite i servizi telematici dell’Agenzia delle entrate; in caso contrario, l’operazione di versamento sarà rifiutata.

Il credito può anche essere oggetto di cessione, in tutto o in parte, con facoltà di successivo passaggio a ulteriori soggetti, banche e altri intermediari finanziari compresi.