€ 56 MILIONI PER MACCHINARI E BENI STRUMENTALI

Chi può presentare domanda?

Le Imprese in possesso dei seguenti codici Ateco: 10.71.20 – 56.10.11 – 56.10.30 ed essere regolarmente costituite ed iscritte come attive nel Registro delle imprese da almeno 10 anni o, alternativamente, aver acquistato – nei dodici mesi precedenti la data di pubblicazione del presente decreto (24/01/2024) prodotti certificati e prodotti biologici.
E’ necessario essere in possesso dello Spid, della firma digitale e di un indirizzo Pec per l’invio della domanda.

Quali sono i progetti ammissibili?

Il Bando intende promuovere e sostenere le imprese di eccellenza nei settori della ristorazione e della pasticceria e valorizzare il patrimonio agroalimentare ed enogastronomico italiano.

Quali sono le spese ammissibili?

Le spese relative all’acquisto di: macchinari professionali e beni strumentali all’attività dell’impresa: nuovi di fabbrica, organici e funzionali, acquistati alle normali condizioni di mercato da terzi che non hanno relazioni con l’impresa.

Spese non ammissibili

Non sono ammissibili le spese sostenute:
– prima della presentazione della domanda;
– con importo minore di € 516,46 al netto di iva;
– per macchinari, impianti, attrezzature e software acquistati con permute, tramite compensazione delle spese e soggetti a sconti o abbuoni;
– per l’acquisto di componenti, pezzi di ricambio o parti di macchinari, impianti e attrezzature che non soddisfano il requisito dell’autonomia funzionale;
– per terreni e fabbricati, incluse le opere murarie di qualsiasi genere, ivi compresi gli impianti idrici, elettrici, di allarme, di riscaldamento e raffreddamento;
– per mezzi targati;
– per beni usati o rigenerati;
– per utenze di qualsiasi genere, ivi compresa la fornitura di energia elettrica, gas, etc.;
– per imposte e tasse e contributi e oneri sociali di qualsiasi genere;
– per buoni pasto;
– per costi legali e notarili;
– per consulenze di qualsiasi genere;
– per spese non direttamente finalizzate all’attività dell’impresa.

A quanto ammonta il contributo ottenibile?

Il contributo è sotto forma di fondo perduto fino a un massimo di 70% delle spese ammissibili, il tetto massimo è di € 30.000,00 per singola impresa.

La dotazione finanziaria ammonta a 56.000.000,00 milioni di euro.

Quando è possibile presentare domanda?

La procedura è a sportello e le domande possono essere inviate tramite la piattaforma informatica di Invitalia, dalle ore 10:00 del 01/03/2024 fino alle 10:00 del 30/04/2024.

Come avviene l’erogazione del contributo?

L’erogazione avviene a saldo entro 90 giorni dalla richiesta di erogazione oppure si potrà richiedere un anticipo nella misura massima del 50% del contributo, previa presentazione di fidejussione bancaria o assicurativa.