Il Bonus Alberghi viene riproposto – potenziato – con riferimento alle spese sostenute nel biennio 2020-2021 – per le imprese che investono nella riqualificazione ed il miglioramento delle strutture ricettive

CHI PUÒ PRESENTARE DOMANDA?

  • strutture turistico-ricettive
  • imprese alberghiere
  • agriturismi
  • strutture termali
  • campeggi, villaggi turistici, parchi vacanza
  • complessi termali
  • villaggi albergo

 

QUALI INTERVENTI SONO FINANZIABILI?

  1. manutenzione straordinaria, di restauro e di ristrutturazione;
  2. eliminazione delle barriere architettoniche;
  3. incremento dell’efficienza energetica;
  4. acquisto di mobili e arredi,
  5. realizzazione di piscine termali, nonché attrezzature e apparecchiature.

Condizioni:

  • che il beneficiario non ceda a terzi né destini a finalità estranee all’esercizio di impresa i beni oggetto degli investimenti prima dell’ottavo periodo d’imposta successivo
  • che gli interventi abbiano anche finalità di riqualificazione energetica/antisismica

 

A QUANTO AMMONTA IL CONTRIBUTO?

  • credito d’imposta pari al 65% delle spese sostenute;
  • massimo riconoscibile 200.000 euro;
  • utilizzabile in compensazione tramite modello F24, in un’unica soluzione;
  • annualità 2020 e 2021, senza sovrapporsi con l’incentivo del Credito d’imposta imprese turistiche.

Il credito è utilizzabile – esclusivamente in compensazione nel modello F24 – anche in un’unica soluzione senza obbligo di ripartizione in quote annuali.