Facilitare l’accesso al credito delle imprese e accrescere la competitività del sistema produttivo del Paese

BENEFICIARI

Possono beneficiare dell’agevolazione le micro, piccole e medie imprese (PMI) che alla data di
presentazione della domanda:

  • sono regolarmente costituite e iscritte nel Registro delle imprese o nel Registro delle imprese di
    pesca
  • sono nel pieno e libero esercizio dei propri diritti, non sono in liquidazione volontaria o sottoposte a procedure concorsuali
  • non rientrano tra i soggetti che hanno ricevuto e, successivamente, non rimborsato o depositato in
  • un conto bloccato, gli aiuti considerati illegali o incompatibili dalla Commissione Europea
  • non si trovano in condizioni tali da risultare imprese in difficoltà
  • hanno sede in uno Stato Membro purché provvedano all’apertura di una sede operativa in Italia
    entro il termine previsto per l’ultimazione dell’investimento

 

PROGETTI AMMISSIBILI

La misura Beni strumentali (“Nuova Sabatini”) è l’agevolazione messa a disposizione dal Ministero dello
sviluppo economico con l’obiettivo di facilitare l’accesso al credito delle imprese e accrescere la
competitività del sistema produttivo del Paese.
La misura sostiene gli investimenti per acquistare o acquisire in leasing macchinari, impianti e attrezzature, compresi i beni strumentali rientranti nell’ambito dell’Industria 4.0.

L’obiettivo deve rientrare nell’ambito di un programma di investimenti, nelle tipologie di:

  • creazione di un nuovo stabilimento;
  • ampliamento di uno stabilimento esistente;
  • diversificazione della produzione di uno stabilimento mediante prodotti nuovi aggiuntivi;
  • trasformazione radicale del processo produttivo complessivo di uno stabilimento esistente;
  • acquisizione di attivi di uno stabilimento

 

TIPOLOGIA DI CONTRIBUTO

Il contributo consiste in due forme di contributo:
1. Finanziamento agevolato pari al 100% delle spese ammesse erogato da banche o intermediari finanziari – Il tasso di interesse della banca è influenzato dal costo della provvista, dal grado di rischiosità dell’impresa richiedente e dalla presenza di eventuali garanzie, sia pubbliche che private.

  • durata non superiore a 5 anni
  • di importo compreso tra 20.000 euro e 4 milioni di euro

2. Contributo a fondo perduto da parte del Ministero dello Sviluppo Economico pari all’ammontare degli interessi determinato in misura pari al valore degli interessi calcolati, in via convenzionale, su un finanziamento della durata di cinque anni e di importo uguale all’investimento ad un tasso d’interesse annuo pari al:

  • 2,75% per gli “investimenti ordinari”;
  • 3,575% per gli “investimenti in tecnologie digitali (Beni strumentali 4.0) e in sistemi di tracciamento e pesatura dei rifiuti”.

Il contributo avverrà in un’unica soluzione.

TEMPISTICHE
È possibile presentare domanda entro il 31/12/2021, salvo esaurimento delle risorse