BENEFICIARI
Possono essere beneficiari del credito d’imposta:
  • Strutture ricettive turistico-alberghiere;
  • Strutture che svolgono attività agrituristica come definite dalla legge 96/2006;
  • Strutture di cui all’art. 3 della legge 323/2000, anche per la realizzazione di piscine termali e l’acquisizione di attrezzature necessarie allo svolgimento delle attività termali;
  • Strutture ricettive all’aria aperta.
 SPESE AMMISSIBILI
Il tetto massimo di spese ammissibili è fissato in 200.000 euro.
Il credito d’imposta del 65% si applica alle spese sostenute negli esercizi 2020 e 2021 per:

1. Riqualificazione edilizia:
  • Interventi di manutenzione straordinaria;
  • Restauro e risanamento conservativo;
  • Interventi di trasformazione dell’involucro edilizio;
2. Eliminazione delle barriere architettoniche:
  • Eliminazione di ostacoli fisici per la mobilità;
  • Progettazione e realizzazione di ambienti e servizi fruibili da tutti;
  • Interventi volti ad eliminare le barriere sensoriali e della comunicazione;
3. Incremento dell’efficienza energetica:
  • Interventi di riqualificazione energetica;
  • Interventi su edifici esistenti riguardanti pareti, pavimenti e coperture;
  • sostituzione di impianti di climatizzazione con caldaie a condensazione, impianti dotati di pompe di calore, impianti di cogenerazione, ecc.;
4. Acquisto di cucine, mobili e componenti d’arredo destinati esclusivamente alle strutture alberghiere oggetto degli interventi.
 FRUIZIONE DEL CREDITO D’IMPOSTA
Il credito d’imposta è utilizzabile in compensazione in un’unica soluzione.